Berberina 30 capsule

 Berberina 30 capsule

Berberina 30 capsule

  • Marca: YAMAMOTO
  • Codice Prodotto: 4926266003141
  • Disponibilità: 1
  • €10,99
  • €9,00

  • Imponibile:€8,18

La berberina è un alcaloide vegetale dal sapore amaro e di colore giallo intenso con numerose caratteristiche bioattive: antiossidante, antidiabetico, antidiarroico-antimicrobico, protettivo cardiovascolare, neuroprotettivo, anti-obesità, ed epatoprotettivo. Esso è presente nella corteccia, nelle radici e nei fusti di piante appartenenti al genere Berberis, come il crespino, un alcaloide benzo isochinolinico quaternario, contenuto nelle radici, nel fusto e nella corteccia di una pianta chiamata volgarmente "Crespino".


Il Crespino è diffusa sia in Asia che in Europa. Esistono varie specie di questa pianta, di queste la Berberis aristata L. è tra le più utilizzate nelle Medicine Tradizionali orientali. La Berberina è il composto con maggiori riscontri di attività sull’organismo umano su vari fronti. Sono presenti anche altre sostanze importanti, come vitamina c (acido ascorbico), vitamina k, flavonoidi, flavonoli e cumarine.


Si tratta di un gruppo di potenti bioattivi ad alto potenziale terapeutico e infatti la Berberina è una delle molecole naturali più studiate in assoluto. Utilizzata per secoli nella medicina tradizionale cinese ed in quella ayurvedica, la Berberina, ha recentemente suscitato un crescente interesse da parte della medicina "moderna" occidentale. Oggi l'attenzione della ricerca è rivolta in modo particolare alle proprietà e ai benefici della berberina per il suo effetto sul diabete di tipo 2 e per la protezione cardiovascolare per le sue proprietà ipocolesterolemizzanti.

La fama di questo alcaloide è poi proprio emersa fortemente per la sua correlazione tra la sua azione e quella della metformina, il diffusissimo antidiabetico orale utilizzato per il diabete di tipo 2. Questi studi sulla Barberina hanno fatto emergere il fatto che questo principio attivo naturale ha un'azione ipoglicemizzante comparabile alla metformina, agendo tutte e due per abbassare il tasso di zucchero nel sangue e quindi evitare le iperglicemie caratteristiche del diabete di tipo 2, e favorire un miglior utilizzo degli zuccheri. Gli studi dimostrano che è in grado di diminuire il tasso di glucosio del sangue in diversi modi. I ricercatori hanno messo in evidenza in particolare la sua azione su un enzima che gioca un ruolo importante sull’omeostasi energetica cellulare, un enzima chiave implicato nel metabolismo del glucosio: l'AMPK. Permettendo l'attivazione di questo potente "driver" enzimatico, la berberina aumenta la sensibilità all'insulina e favorisce l'assorbimento e l'utilizzo del glucosio all'interno dell'organismo. Secondo alcuni studi, consentirebbe anche di regolare la gluconeogenesi, un meccanismo che conduce alla sintesi del glucosio a livello del fegato. Di conseguenza, le diverse azioni della berberina consentono di ridurre il tasso di glucosio nel sangue e quindi di contrastare le iperglicemie caratteristiche del diabete di tipo 2. L’effetto finale della stimolazione dell’AMPK è un riduzione della glicemia e un aumento della sensibilità insulinica.

E' un composto molto studiato anche in ambito cardiovascolare. La Berberina sembra ridurre l’espressione del PCSK9 ed inoltre va a diminuire la degradazione dei recettori LDL-C stimolando l’uptake del colesterolo ematico da parte del fegato promuovendo la clearance del colesterolo dal sangue verso la bile. Agisce anche direttamente sulla sintesi dell'mrna.

Le ricerche hanno concluso che la berberina può mostrare effetti particolari nel controllo dell'iperlipidemia. Secondo i risultati della meta-analisi, la berberina è stata in grado di ridurre il TG, TC, LDL-C e livelli LDL-C e aumentare il contenuto HDL-C. La berberina quindi potrebbe avere buone potenzialità di impiego come nutraceutico per quanto riguarda il controllo dei lipidi e del colesterolo.

La Berberina presenta inoltre una azione antiossidante naturale contro lo stress ossidativo, caratterizzato da un accumulo di specie reattive all'interno dell'organismo, e all'origine di numerosi danni cellulari. In questo versante è anche implicato per il contrasto dell'invecchiamento cellulare, dove l'utilizzo della Berberina sta trovando un ulteriore spazio.

Nota da millenni grazie alle Medicine Tradizionali è l'azione anti-infettiva: le berberidacee, sono apprezzate in Asia per le loro virtù anti-infettive essendo in grado di contrastare lo sviluppo di un certo numero di agenti infettivi.

Scrivi una recensione

Nota: Il codice HTML non viene tradotto!
    Negativo           Positivo